SPAGHETTI BIO CON COLATURA DI ALICI

Gli Spaghetti Bio con colatura di alici sono uno dei miei primi piatti preferiti. Questa è una ricetta semplice ma, la sua riuscita dipende dalla qualità degli ingredienti. E se sono eccellenti, la differenza è netta. Mi sono affidata quindi alla sapienza del Pastificio Grania Srl che produce anche la linea Biologica NUTRA VITA. Gli Spaghetti che ho scelto nascono dalla semola selezionata tra le migliori varietà di grano duro biologico interamente coltivato e macinato in Italia. L’intero processo è tracciato e certificato e la qualità, è visibile al tatto. Ho condito questa pasta con la colatura di alici di Cetara della linea di conserve Le Gemme del Vesuvio proposte sempre dal Pastificio Grania Srl e, posso confermare ancora una volta che, la bontà dei prodotti è veramente altissima. Con la colatura di alici di Cetara non c’è bisogno di salare la pasta. Ricordatelo! Segui le istruzioni per dosare al meglio questo prodotto unico e immenso, che ti porta direttamente a mare.

ingredienti

Spaghetti con colatura di alici

Spaghetti Bio con colatura di alici

Ingredienti per 4 persone:

320 g di Spaghetti Bio Le Gemme del Vesuvio

1 cucchiaio di colatura di alici di Cetara Le Gemme del Vesuvio ogni due porzioni (quindi 2 cucchiai  in tutto)

3 cucchiai di Extra Vergine di Oliva + quanto basta

1 aglio piccolo

prezzemolo fresco a volontà

peperoncino a piacere

una manciata di taralli all’olio

Procedimento:

In una insalatiera capiente versa la colatura di alici di Cetara. Aggiungi anche l’Extra Vergine di Oliva, l’aglio schiacciato e il prezzemolo tritato. Mescola il tutto con una forchetta e lascia insaporire.

Nel frattempo cuoci gli Spaghetti Bio seguendo le istruzioni riportate sulla confezione. A me la pasta piace particolarmente al dente e la tiro via anche un paio di  minuti prima rispetto le indicazioni. Scola gli Spaghetti  direttamente all’interno dell’insalatiera. Mescola bene fin quando  il condimento non sarà omogeneo. Aggiungi altro prezzemolo tritato e del peperoncino e, se occorre, ancora poche gocce di colatura di alici di Cetara e olio.

Decora il tutto con dei taralli sbriciolati e gusta. Buon appetito!

Colatura di alici di Cetara

Facebooktwitterredditpinterestmail
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *