SALVIA PASTELLATA E FRITTA

La salvia pastellata e fritta è una vera goduria. La semplicità di questa ricetta e la sua bontà, ti creeranno dipendenza! Io amo le erbe aromatiche, la mia cucina non esisterebbe senza. Nell’orto le custodisco gelosamente e, tra le varie, ho anche due belle piante di salvia. Amo la porosità delle foglie e il suo profumo intenso. Io la salvia la metto anche nei legumi, oltre che nella carne e nel pesce. Oggi ho raccolto le foglie più grandi e le ho pastellate e poi ho fritto. E sì, un po’ di frittura ogni tanto ci vuole. La salvia pastellata e fritta è uno stuzzicante aperitivo.

Salvia fritta

Salvia pastellata e fritta

Ingredienti:

un mazzo di foglie di salvia (io ne ho contate circa 40)

120 g di farina di farina 0

1 uovo

acqua q.b. (io circa metà bicchiere)

olio di semi di arachidi per friggere

sale q.b.

Procedimento:

In una ciotola capiente prepara la pastella con la farina, l’uovo battuto a parte e l’acqua. Mescola il tutto fin quando non avrai un composto denso. Se occorre aggiungi un po’ di acqua per ammorbidire. Diversamente, una manciata di farina. Per ultimo aggiungi un pizzico di sale e mescola ancora. Fai riposare la pastella in frigo per circa un’ora coperta con la pellicola. Nel frattempo, lascia le foglie di salvia in ammollo per mezz’ora in acqua e bicarbonato. Trascorso il tempo necessario sciacqua delicatamente e poi, su un canovaccio pulito, sistema le foglie di salvia una a distanza dell’altra. Con un altro canovaccio tamponale bene, una a una. Fai riscaldare l’olio di semi in una padella dai bordi alti. Tuffa le foglie di salvia nella pastella che hai preso dal frigo, e ricoprile tutte.

Fai ricadere l’eccesso di pastella nella ciotola e friggi la salvia. Quando sarà dorata da entrambi i lati, scola direttamente su carta assorbente. Procedi così fino a terminare la salvia e la pastella. Aggiungi un pizzico di sale alla salvia pastellata e fritta e servi. Buon appetito!

Facebooktwitterredditpinterestmail
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *