PASTA ‘NCASCIATA

La pasta ‘ncasciata è una ricetta tradizionale siciliana.  Resa nota anche ai non siciliani dal mitico Commissario Montalbano, nato dalla ineguagliabile penna di Andrea Camilleri, la pasta ‘ncasciata raccoglie tutto il buono della tradizione gastronomica fatti di ingredienti semplici. Viene chiamata anche “pasta ‘ncaciata” per la presenza dei formaggi e in origine, veniva cotta su brace, in recipienti di terracotta, che davano un sapore e una consistenza davvero incredibile. Mi sono fatta dare la ricetta che prepara sempre mio zio Bruno, messinese d’adozione da oltre quaranta anni. Per questa versione di pasta ‘ncasciata ho utilizzato gli Elicoidali Le Gemme del Vesuvio del Pastificio Grania Srl .

Pasta 'ncasciata

Pasta 'ncaciata

Pasta ‘ncasciata

Ingredienti  per 4-6 persone:

500 g di Elicoidali Le Gemme del Vesuvio

200 g di caciocavallo a pasta morbida (io però ho utilizzato una provola silana che mi ha regalato mia zia dalla Calabria)

300 g di carne macinata di manzo

50 g di salame a fette sottili

2 uova sode ( se puoi scegli le uova fresche biologiche di un contadino locale)

4 melanzane rotonde

1 cipolla grande

1 carota

150 g di pecorino sardo grattugiato

700 ml di passata di pomodoro

pangrattato q.b.

un bicchiere di vino bianco

basilico fresco q.b.

Extra Vergine d’Oliva q.b.

sale e pepe q.b.

olio di semi per friggere

Procedimento:

Sbuccia le melanzane e tagliale a fette di mezzo cm. Sistema le fette in una ciotola ampia, con acqua e sale, per un’ora. Trascorso il tempo necessario le scoli e le strizzi bene. Friggi le melanzane in abbondante olio di semi e mano a mano che sono pronte, le sistemi in uno scolapasta così da eliminare tutto l’olio in eccesso. Tieni le melanzane da parte. Prepara un trito fine di carota e cipolla. In un tegame ampio versa due cucchiai abbondanti di Extra Vergine di Oliva e fai soffriggere il trito di carota e cipolla. Aggiungi la carne macinata e mescola. Fai sfumare con il vino bianco e, quando l’alcol sarà evaporato, aggiusta di sale e pepe. A questo punto aggiungi 100 ml di passata di pomodoro dal totale previsto dalla ricetta. Porta il tegame su fiamma dolce e fai cuocere per circa 30 minuti, fin quando il sugo si è ben ristretto. Ricordati di mescolare di tanto in tanto per evitare che si attacchi. Prepara anche il sugo semplice con un battuto di mezza cipolla e Extra Vergine (circa tre cucchiai). Aggiusta di sale e profuma con del basilico fresco. Fai cuocere su fiamma media per circa 20 minuti mescolando quando occorre. Nel frattempo prepara le uova sode e tieni da parte.  A questo punto fai cuocere gli Elicoidali e scolali al dente. Condisci la pasta con il sugo semplice e tieni momentaneamente da parte. In una pirofila di ceramica capiente versa un filo di Extra Vergine su tutta la superficie e ricopri con un manciata di pangrattato. Versa il primo strato di pasta condita con il sugo, poi componi uno strato di ragù, uno di melanzane, una manciata di pecorino, basilico, uova sode tagliate a fette, caciocavallo a cubetti e il salame tagliato a striscioline. Continua così fino a esaurimento degli ingredienti. Fai cuocere in forno già caldo a 200°C per circa una ventina di minuti. Ti consiglio però, prima di servire, di lasciare intiepidire bene la pasta ‘ncasciata. Gli ingredienti e i sapori si amalgameranno alla perfezione.

Facebooktwitterredditpinterestmail
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *