MUNNEZZAGLIA CON LE CICERCHIE

La Munnezzaglia con le cicerchie è un primo piatto dal sapore antico ma sempre molto gradito. La cicerchia è un legume buonissimo e genuino, più conosciuto al Centro e Sud Italia e nello specifico nei Campi Flegrei. Il sapore delle cicerchie ricorda quello dei ceci, dei piselli e delle fave ma la cosa più importante, è fargli fare l’ammollo. Rispetto agli altri legumi, deve essere di almeno 48 in acqua e sale. Questo perché così diventano più morbide ma soprattutto, perché le cicerchie contengono un particolare amminoacido che, se non smaltito, può essere dannoso per la nostra salute. Le cicerchie hanno bisogno di pochi ingredienti per esaltarne il sapore e sicuramente, l’Extra Vergine di Oliva Terre Rosse dell’Azienda Agraria Hispellum è uno di quelli. Poi io ho preparato una classica minestra tipica della mia zona e quindi, non potevo non utilizzare la Munnezzaglia Le Gemme del Vesuvio del Pastificio Grania Srl. Anche in questa ricetta la Campania e l’Umbria si incontrano a tavola e il risultato, è bontà pura.

Minestra con le cicerchie

Munnezzaglia con le cicerchie

Ingredienti per 4 persone:

320 g di Munnezzaglia Le Gemme del Vesuvio

280 g di cicerchie secche

50 g di pancetta fresca a cubetti

4 cucchiai di Extra Vergine di Oliva Terre Rosse

1 spicchio d’aglio

1/2 cipolla

1 carota

una costola di sedano con qualche ciuffetto

sale e pepe nero q.b.

Procedimento:

Dopo aver lasciato le cicerchie in ammollo per due giorni, sciacquatele abbondantemente. In una pentola capiente versate metà dell’acqua e portatela a bollore. Unite le cicerchie e fatele bollire su fiamma vivace per 20 minuti pieni, senza sale. Trascorso il tempo necessario scolatele. Se alcune hanno perso la pellicina esterna, eliminatela del tutto.

Nella pentola in cui avete precotto le cicerchie, preparate un soffritto grossolano con cipolla, aglio, sedano e carota. Unite anche la pancetta e l’Extra Vergine. Nel frattempo, in un altro tegame, fate riscaldare abbondante acqua.

Fate soffriggere il tutto su fiamma vivace e, quando sentirete un buon profumo, unite anche le cicerchie. Mescolate il tutto e abbassate la fiamma. Unite abbondante acqua calda fino a coprire completamente le cicerchie. Aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per altri 20 minuti. A questo punto le cicerchie sono tenere e potrete unire la Munnezzaglia. Unite anche altra acqua calda per facilitare la cottura della pasta. Aggiustate di sale se occorre. Portate a termine la cottura e poi togliete la pentola dal fuoco. A crudo, unite un altro filo di Extra Vergine di Oliva. Servite la Munnezzaglia con le cicerchie ben calda e buon appetito!

 

 

Facebooktwitterredditpinterestmail
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *